Tiir

Questa palma è originaria delle foreste pluviali dell’Africa occidentale.

Si tratta di un’elegante pianta simile al Cocco, con fusto eretto, alto 25-30 m, fortemente anulato, ma privo di spine. Le foglie sono pennate, lunghe 4-5 m, con segmenti appuntiti e picciolo lungo fino a 1 m. I fiori sono riuniti in brevi infiorescenze che compaiono tra le foglie, formando gruppi densi e compatti. I frutti sono carnosi, di colore rossastro, simili a piccole prugne e lunghi 2-3 cm, riuniti in grossi grappoli, del peso di 3-15 Kg.

L’olio di palma viene estratto dai frutti della palma africana ad alto fusto.

E’ di un vivace colore arancione, liquido sopra i 18°C, tende a consolidarsi al di sotto di questa temperatura. Si ottiene con la spremitura della polpa dei frutti, che dopo essere stati colti sono sottoposti a lavorazione, sterilizzati al vapore e aperti.

Contiene sopratutto acido palmitico, acido oleico e acido stearico. Può contribuire ad un‘alimentazione sana grazie alla sua composizione ricca di vitamina E, antiossidanti preziosi e beta-carotene. Purtroppo gli acidi grassi saturi contenuti nell‘olio di palma (laurina, miristina e palmitina) sono sospettati di accrescere il livello di colesterolo.

E’ utilizzato come materia prima per parecchi generi alimentari come margarina, impasti dolciari e da forno, minestre e salse; ma anche per articoli come detersivi, emulsionanti, saponi e cosmetici.

Secondo la tradizione popolare l’olio di palma è lassativo e fa bene alle donne durante l’allattamento.