Yaarkar

Esistono un’Africa e un Senegal di cui poco si parla Sono realtà urbane, giovani e dinamiche, molto lontane dagli stereotipi sull’Africa delle vacanze o quella antica e misteriosa ancorata ad un passato da cui non si sa evolvere.Nella capitale senegalese lavorano artigiani capaci di riproporre tecniche di lavorazione antichissime al mercato più moderno, abili al punto da riuscire a produrre capi innovativi con mezzi e strumenti semplicissimi. Si tratta dei sarti e dei tintori di tessuti di Yaakaar, una piccola organizzazione di produttori del Commercio Equo e Solidale senegalese, tra i primi a proporre abbigliamento equo dall’Africa. Grazie alla cooperativa Karibuny, Yaakaar esporta i propri prodotti in Italia dal 1998 e li rivende attraverso alcune Botteghe del Mondo. I laboratori si trovano a Dakar, nel suggestivo quartiere di Médina. La confezione è strutturata come una classica bottega artigiana legata alla tradizione sartoriale, in cui è bandito il lavoro in serie, ogni sarto mette un pizzico della propria creatività in ciò che fa e alla fine ogni abito è unico ma in tutti si evidenziano la cura del particolare e la ricercatezza delle finiture. Una particolare attenzione è dedicata alla vestibilità e alla scelta dei modelli secondo le tendenze della moda. foto di Cristina Seynabou Sebastian I tessuti utilizzati sono esclusivamente in fibre naturali, prevalentemente in cotone. La gamma delle proposte comprende stoffe provenienti da tutta l’Africa occidentale: légoces, batik, bogolan, cotone decorato a stampi ma soprattutto i tessuti prodotti dal nuovo laboratorio di tintura. foto di Cristina Seynabou Sebastiani Il malikan (cotone grezzo piuttosto pesante) e i tessuti più leggeri subiscono successive tinture in immersione, le decorazioni vengono effettuate grazie alla valorizzazione di tecniche tradizionali di riserva: annodature, cuciture, legature, piegature… Spesso i tessuti vengono mescolati tra loro, ottenendo dei magnifici jaxass foto di Cristina Seynabou Sebastiani La collezione Primavera Estate 2006

Il progetto

Grazie alla collaborazione tra Yaakaar e Karibuny, è stato possibile dare vita ad un progetto per lo sviluppo del quartiere popolare di Médina, una scuola tecnica: il Centro di Formazione di Médina.Aiutateci a sostenerlo!